Dolori mestruali intensi rimpiccioliscono il cervello

da , il

    Dolori mestruali intensi rimpiccioliscono il cervello

    Le mestruazioni durano in media pochi giorni ma per chi soffre di dismenorrea, ovvero di mestruazioni dolorose, sembrano non passare mai e possono diventare un vero e proprio incubo. Se fate parte di questa categoria avrete probabilmente già sperimentato diversi metodi per attenuare i dolori mestruali, giungendo ogni volta alla conclusione che nulla è del tutto risolutivo.

    Ma i dolori ai reni, al basso ventre, la pesantezza alle gambe, la cefalea, gli sbalzi d’umore continui e la costante stanchezza potrebbero non essere le uniche conseguenze fisiche associate alla presenza di ciclo associato alla sensazione di dolore. Una recente ricerca taiwanese, approfondendo la relazione tra il ciclo mestruale e la funzione cerebrale, è arrivata infatti ad un risultato davvero curioso: mestruazioni molto dolorose possono modificare le dimensioni del cervello! Come è possibile? Partiamo dall’inizio, ovvero dai test eseguiti nel corso della ricerca. I medici di Taiwan hanno condotto esperimenti specifici su un campione di 64 donne: 32 vittime di questo disturbo ginecologico e 32 esenti. Tutte sono state sottoposte a risonanza magnetica per tracciare la mappa della materia grigia. Il risultato, come anticipato, è quantomeno curioso: le pazienti con dismenorrea hanno mostrato alcune anomalie nella struttura del cervello. In particolare l’area destinata alla trasmissione della sensazione di dolore è risultata meno sviluppata rispetto al normale, mentre al contrario altre zone del cervello appaiono invece di dimensioni maggiori rispetto alla media delle donne non affette dalla patologia in esame.