Donne ubriache prime degli uomini, tutto per un enzima!

da , il

    Donne ubriache prime degli uomini, tutto per un enzima!

    Un uomo. Un donna. Una bottiglia di vino. Nella maggior parte dei casi lei sarà la prima a dare segni di ebbrezza: di solito le donne si ubriacano più rapidamente dei maschietti. Non è una regola, ovviamente, e si possono contare varie eccezioni. Maschi che non reggono l’alcol perché, magari, ne bevono abitualmente poco. O, al contrario, allenate ed esperte donzelle che non si lasciano intimorire da un bicchiere di troppo. Ma al di là delle eccezioni e dei diversi casi, resta vero il fatto che, a parità di cocktail sorseggiati, la donna diventa brilla prima e di più dell’uomo. Alla base di questa differenza tra i sessi c’è una spiegazione tutta scientifica: l’alcol deidrogenasi.

    Si tratta di un enzima che si trova sulle pareti dello stomaco, il primo organo chiamato in causa per metabolizzare la bevanda alcolica che si è appena introdotta nell’organismo. E’ proprio questo enzima che la trasforma una parte del vino, della birra, dei liquori ecc.. in anidride carbonica, acqua e pure in grassi. Chi possiede una riserva superiore di alcol deidrogenasi rimane sobrio con facilità… e gli studi dimostrano che il sesso forte ne ha di più.

    Dotato dalla natura di una percentuale minore dell’enzima incaricato all’assimilazione, l’organismo femminile regge di meno l’alcol che, intanto, potrà diffondersi in misura maggiore del 40% in tutti i compartimenti liquidi del nostro corpo. Gli organi che in breve tempo ne sono raggiunti sono quelli in cui circola maggior sangue, ovvero polmoni, fegato, pelle e cervello. Da qui le sensazioni fisiche che conosce chiunque sia stato brillo almeno una volta: rilassato torpore, perdita dei freni inibitori, baldanza. Lo stato di ebbrezza, tuttavia, non sembra essere un problema, anzi…su youtube spopolano i video di ragazze ubriache e audaci.