Farina idrolizzata, una buona notizia per i celiaci

da , il

    Farina idrolizzata, una buona notizia per i celiaci

    La celiachia come ben sapete è un’intolleranza permanente alla gliadina, che è la componente alcool-solubile del glutine. Quest’intolleranza alimentare è tra le più diffuse e infatti in Italia si contano circa 80.000 casi accertati. Questa patologia non guarisce e come ben sappiamo un soggetto celiaco rimarrà tale per tutta la vita e quindi l’unica cura consiste nell’effettuare una dieta priva di glutine. Però adesso, per chi è affetto da celiachia sono in arrivo buone notizie, infatti da un’ultima ricerca sembra che la farina idrolizzata non sia dannosa a chi è intollerante al glutine.

    Lo studio è stato realizzato da un gruppo di ricercatori dell’Università di Napoli, coordinato dal Dr. Luigi Greco ed è stato pubblicato su Clinical Gastroenterology and Hepatology. Questa notizia potrebbe finalmente cambiare la vita dei celiaci.

    La farina idrolizzata è ottenuta dalla fermentazione della farina di grano con proteasi fungine, lactobacilli e lieviti naturali: dopo la fermentazione la concentrazione di glutine risulta bassa e quindi innocua alla dieta celiaca.

    I ricercatori hanno analizzato per due mesi un gruppo di persone affette da questa patologia di età compresa tra i 12 e i 23 anni, i volontari sono stati divisi in tre gruppi. Il primo gruppo ha consumato prodotti da forno preparati con farina normale, il secondo ha consumato alimenti a base sia di farina normale che di farina idrolizzata, il terzo gruppo invece ha assunto solo prodotti a base di farina idrolizzata.

    Durante questo test i volontari del primo gruppo hanno accusato forti dolori addominali e scariche di diarrea e quindi sono stati costretti ad interrompere, il secondo gruppo pur non manifestando reazioni evidenti, aveva sviluppato un’atrofia subtotale e quindi una perdita di villi intestinali. Al contrario degl’altri due, il terzo gruppo di volontari non ha manifestato alcun problema.

    Uno dei capo-ricercatori ha dichiarato: questa è la prima volta che una farina derivata da un prodotto a base di frumento viene giudicata non tossica dopo essere somministrata a pazienti celiaci per 60 giorni.

    Questa ricerca ha un’importanza notevole, ed è una buona notizia per i celiaci, tutto sommato però richiede ulteriori test in modo tale da ottenere una sicurezza al 100%.