Fibre: perchè è importante assumerle?

da , il

    Fibre: perchè è importante assumerle?

    Tante volte avrete sentito dire o avrete letto che un’alimentazione con un alto apporto di fibre fa bene all’organismo. Ma perché è così importante avere in tavola cibi ricchi in fibre? Beh, i benefici sono davvero notevoli, a cominciare dal fatto che le fibre alimentari sono un ottimo regolatore del transito intestinale e quindi aiutano a combattere la stipsi in maniera del tutto naturale. Ne deriva che chi soffre di fastidi quali intestino pigro, stitichezza o diarrea, gastrite vedrà un immediato miglioramento.

    Innanzitutto è bene sapere che esistono due tipi di fibre: quelle solubile e quelle insolubili. Le prime si trovano principalmente in alimenti come avena, orzo, prugne, carote, mele, agrumi, legumi secchi, mentre le quelle insolubili si trovano nei cereali integrali, farina di grano, crusca, piselli, cavolo.

    Oltre poi a quelle naturalmente presenti negli alimenti, vi sono quelle aggiunte chimicamente che rappresentano una quota aggiuntiva nella dieta. Ma il dato fondamentale da conoscere, al di là di questa classificazione, è che per avere un effetto ottimale, non occorre solo consumare le fibre, ma accompagnarle ad un giusto quantitativo di acqua. Ciò si tradurrà in un fattore di protezione contro contro l’obesità, il diabete, malattie a carico del sistema cardiaco, cancro al colon, infezioni, emorroidi.

    Eccovi un elenco dei cibi a maggiore contenuto di fibre:

    • fette biscottate integrali: 5,4 grammi;

    • mandorle: 12,8 grammi;

    • pane bianco: 3-3,5 grammi;

    • pane integrale: 7 grammi;

    • patate: 1,7 grammi;

    • pasta normale: 0,5-2,5 grammi;