Gli uomini sono bravi a non pensare: la conferma scientifica dal Canada

da , il

    Gli uomini sono bravi a non pensare: la conferma scientifica dal Canada

    Gli uomini riescono a non pensare in maniera eccellente: di questo non abbiamo mai avuto dubbio. Se tra noi è sempre serpeggiato il sospetto che i maschi fossero terribilmente capaci di non pensare assolutamente a nulla e in maniera straordinariamente più efficace rispetto alle donne con la mente perennemente attiva in un vortice istancabile di idee, liste di cose da fare, impegni, scadenze, riflessioni e meditazioni, ora la conferma arriva dalla scienza. Un’indagine svoltasi in ambito canadese avrebbe infatti dimostrato che gli uomini riuscirebbero a non pensare a niente di gran lunga meglio delle donne.

    La mente delle donne è più allenata a pensare in maniera sinergica e instancabile? Quello che sembra certa è che gli uomini avrebbero una straordinaria capacità di non pensare assolutamente a nulla, a differenza delle donne.

    Una ricercatrice canadese del Dipartimento di Psichiatria dell’Universita di Montreal avrebbe rivelato questa scoperta grazie a un’indagine realizzata a partire da una serie di dati neurologici raccolti in maniera casuale.

    Il cervello maschile riesce a riposarsi in maniera migliore di quello femminile. Come è possibile?

    ‘In realtà, il cervello è in attività perenne: è una questione di livelli, ma si può certamente dire che il cervello degli uomini si riposa di più e meglio’ ha spiegato Adrianna Mendrek sostenendo che la capacità del non pensare a niente, tipicamente maschile, si basa su un dato neurologico concreto.

    In situazione di riposo, l’attività neurologica del cervello sarebbe infatti più elevata nelle donne che negli uomini.

    Mendrek ha dichiarato che la scoperta è avvenuta in maniera abbastanza casuale, dunque meriterebbe approfondimenti e ulteriori analisi. La ricercatrice, specialista in schizofrenia, stava compiendo degli studi su soggetti affetti da questa malattia per confrontare la loro attività cerebrale in movimento e a riposo, a seconda del sesso, quando si è imbattuta in questo originalissimo risultato, che potrebbe rivelarsi utile per indagini nel campo della psicologia.