Herpes zoster: come riconoscere i sintomi del Fuoco di Sant’Antonio

da , il

    Herpes zoster: come riconoscere i sintomi del Fuoco di Sant’Antonio

    L’ herpes Zoster, conosciuto più che altro con il nome di Fuoco di Sant’ Antonio, è causato dallo stesso virus che provoca la varicella. Quando si contrae questa malattia immunitaria, il virus diventa latente fino a che non si presenti un fattore che scateni una sua nuova insorgenza (come ad esempio un indebolimento delle difese immunitarie), caratterizzata dalla dolorosissima formazione di bollicine. I soggetti più colpiti sono le persone anziane e tutti quelli con un sistema immunitario debole, solo se però hanno contratto durante l’infanzia, o successivamente, la varicella, cioè la causa dell’insediamento del virus all’interno dell’organismo.

    Quindi, entrando più nel particolare, possiamo dire che si ha una maggiore propensione a sviluppare il Fuoco di Sant’Antonio una volta superati i 60 anni, avendo però contratto la varicella entro il primo anno di vita. Vediamo quali sono i sintomi dell’herpes Zoster:

    - Iniziale intorpidimento o formicolio in una precisa parte del corpo

    - Forti dolori in corrispondenza della zona in cui è presente lo sfogo

    - Dolore addominale

    - Difficoltà nel movimento dei muscoli facciali

    - Ciglia cadenti, appassite

    - Febbre e brividi di freddo

    - Lesione nelle aree prossime ai genitali

    - Forti mal di testa

    - Perdita dell’udito

    - Dolore alle articolazioni

    - Incapacità di muovere gli occhi in modo completo

    - Ingrossamento delle ghiandole linfatiche

    - Problemi alla vista e al tatto

    Questi sintomi sono ovviamente riconducibili a tante altre malattie o condizioni mediche, alcune delle quali anche innocue; l’importante è comunque prestare attenzione nel caso si verificassero più sintomi contemporaneamente.