Ictus: prevederlo e prevenirlo con un test del DNA

da , il

    Ictus: prevederlo e prevenirlo con un test del DNA

    Novità sull’ictus, prevederlo e prevenirlo con un test del DNA pare sia una cosa fattibile. Di recente è stato scoperto che è possibile identificare i geni responsabili dell’infarto celebrale meglio conosciuto come ictus. La scoperta sarà presentata al prossimo Sisa e cioè il Congresso Nazionale della Societa’ Italiana che si terrà a Roma incentrato sullo studio sull’aterosclerosi.

    In pratica attraverso il riconoscimento di questi geni mutati che sono cinque, si potrebbe sapere in anticipo se la persona è soggetta al rischio ictus oppure no. Basterebbe un semplice esame del DNA per poter quindi correre ai ripari e prevenire. La prevenzione sembrerebbe infatti la via migliore per scongiurare un eventuale episodio di questo tipo e abbiamo visto come un’alimentazione e vita sana e addirittura cibi in particolare aiutino in questo processo.

    Dunque un semplice test del DNA sarebbe la risposta per riconoscere la casistica di ictus a priori o almeno nella grande maggioranza dei casi: infatti pare chi possiede i cinque geni mutati abbia un rischio dell’82,4% di possibilità di avere un ictus contro chi non li presenta. La scoperta ha indotto la Sisa ad avviare il progetto Lipigen che coinvolgerà 38 ospedali italiani dal Nord al Sud del paese per fare studio del fenomeno tracciando una sorta di mappa genetica dell’Italia.

    Foto di dullhunk