Il caffè previene la gotta, ma non si conoscono le cause

da , il

    Il caffè previene la gotta, ma non si conoscono le cause

    Una ricerca ha dimostrato che le donne che durante la vita hanno abitualmente consumato un’elevata quantità di caffè corrono un rischio inferiore fino a oltre la metà di ammalarsi di gotta dopo la menopausa. Tuttavia lo studio, apparso sull’American Journal of Clinical Nutrition, non è riuscito a spiegarne le ragioni. Avete voglia di formulare qualche ipotesi?

    La gotta, malattia che spesso affligge gli anziani, è una sindrome dismetabolica dovuta all’accumulo di acido urico nel sangue e al conseguente ristagno in corrispondenza delle articolazioni.

    Solitamente la gotta è connessa a una dieta iperproteica, ma nel tempo può essere causa di dolori lancinanti, oltre a profonde e invalidanti deformazioni articolari.

    L’indagine scientifica, di recente pubblicata sull’American Journal of Clinical Nutrition e coordinata da Hyon K. Choi, ha reso noto che un importante segreto contro la gotta potrebbe essere racchiuso nel chicco di caffé che tutti ben conosciamo.

    I ricercatori della Boston University School of Medicine hanno analizzato un campione di 89.433 donne scoprendo che consumare abitualmente molto caffè sembra avere effetto protettivi contro la gotta in età avanzata.

    ‘In particolare il rischio di gotta diminuisce del 22% se l’intake medio durante la vita è stato di 1-3 tazze di caffè al giorno (si parla di caffè americano, quindi una tazza equivale a circa due di espresso) ma del 57% se l’intake medio durante la vita è stato di più di 4 tazze di caffè al giorno’ ha spiegato uno dei ricercatori.

    Se state pensando a bevande affini, quali té o Coca Cola, sappiate che, al contrario, esse non hanno dimostrato nessun vantaggio: per questo i medici stanno valutando l’ipotesi che l’agente protettivo debba essere un elemento differente rispetto alla caffeina, tuttavia i ricercatori non hanno ancora trovato risposta all’affascinante quesito.