Imparare una lingua straniera con i film grazie all’ascolto passivo

da , il

    Imparare una lingua straniera con i film grazie all’ascolto passivo

    Secondo una recente ricerca neozelandese è possibile imparare una lingua straniera guardando i film, grazie all’ascolto passivo. Siete pronti a diventare dei forbiti gentlemen di nuovi stili grammaticali?

    Nonostante l’apparente incomprensione ascoltare un idioma sconosciuto aiuta ad apprendere una nuova lingua.

    I principi e benefici dell’ascolto passivo sono stati dimostrati dal linguista Paul Sulzberger alla Victoria University di Wellington, in Nuova Zelanda, dopo un’indagine durata ben sette anni.

    Per imparare l’inglese o migliorare la conoscenza e pronuncia di una lingua iniziate a guardare i programmi tv internazionali, ascoltare la musica straniera e abituatevi a scegliere pellicole in lingua originale.

    Sembra infatti che chi prende l’abitudine di ascoltare suoni in una lingua diversa dalla propria abbia molte più chance di apprendere i fonemi stranieri.

    Lo studio ha coinvolto una classe di neozelandesi che studiavano russo. Sulzberger ha spiegato: ‘Abbiamo scoperto che il solo ascolto passivo di una lingua straniera sviluppa le strutture nervose deputate alla comprensione e alla memorizzazione degli idiomi sconosciuti‘. Le aree cerebrali coinvolte sono situate nel lobo temporale superiore.

    I ricercatori hanno scelto 144 parole russe e ne hanno fatte ripetutamente ascoltare 72 ai ragazzi, quando gli alunni non avevano ancora cominciato il corso.

    E’ emerso che i termini già sentiti venivano memorizzati dopo che l’insegnante li ripeteva una o due volte, mentre servivano almeno cinque ripetizioni per gli altri 72 vocaboli mai sentiti prima.

    Un fenomeno analogo avviene nei bambini piccoli, che fanno propri i fonemi della lingua madre attraverso l’ascolto, pur senza capirne il significato, così come un meccanismo simile avviene tra lavoratori di nazionalità differenti che, costretti al contatto quotidiano, finiscono per comprendere la lingua dell’altro, pur non parlandola.

    Ovviamente il corso di grammatica resta un must per poter esprimersi in un’altra lingua, tuttavia grazie a questo studio sui prodigiosi meccanismi del cervello umano da ora ricordatevi di annoverare tra gli alleati dell’apprendimento radio, tv e web.