Intolleranza al latte: cosa mangiare per integrare il calcio nella dieta

da , il

    Intolleranza al latte: cosa mangiare per integrare il calcio nella dieta

    Cosa mangiare in caso di intolleranza al latte per apportare la giusta quantità di calcio alla dieta? L’intolleranza al latte è un problema comune e non solo tra i bambini. In questi casi, per superare l’intolleranza al latte e ai suoi derivati, può essere utile smettere di consumare per qualche periodo questi prodotti per poi reinserirli pian piano nella dieta. Tuttavia, questo sistema, non sempre funziona e può essere doveroso eliminare dall’alimentazione di tutti i giorni latte, formaggi e yogurt. In caso di intolleranza al latte o allergie è possibile comunque integrare la giusta quantità di calcio per evitare pericolose carenze. Cosa mangiare allora in caso di intolleranza al latte e derivati?

    Anzitutto, cambiate l’acqua e sceglietene una che sia ricca di calcio. Molto spesso non facciamo caso alla composizione dell’acqua, ma anche questa può aiutare in questi casi; basti pensare che un litro e mezzo di acqua minerale calcica contiene già circa la metà del nostro fabbisogno quotidiano di calcio. Per quanto riguarda l’alimentazione, cercate di sopperire con i cibi che contengono più calcio: tra le verdure preferite broccoli, cavoli, ma anche prezzemolo e basilico.

    Aggiungete alla dieta contro l’intolleranza al latte anche il pesce azzurro, in particolare sardine, alici e acciughe. Cercate di consumarlo almeno due volte a settimana. Infine potete optare per degli integratori, da assumere sempre su consiglio del medico. Ricordate però anche di non assumere