Invecchiamento precoce: l’ansia tra le cause

da , il

    Invecchiamento precoce: l’ansia tra le cause

    Una vita calma e rilassata porta sicuramente dei benefici e ritarda l’invecchiamento. Muoversi piano, mangiare piano, e in generale svolgere tutte le attività a ritmo basso è salutare per il nostro organismo, dal punto di vista sia fisico che mentale. Basti pensare che questa è la filosofia di vita dei popoli andini, che vivono a quote superiori ai 3.000 metri sul livello del mare e, per combattere stanchezza ed invecchiamento (accelerati a causa dell’altitudine), svolgono la loro vita con estrema calma. A confermare il tutto arriva l’ufficializzazione da parte di uno studio.

    Differenza di età

    L’invecchiamento precoce è un dilemma che affligge molte donne, soprattutto del nuovo millennio. A causarla sarebbe, in modo determinante, l’ansia, che genera una differenza di sei anni di età fra chi ne soffre e chi invece riesce a gestirla. Questo, purtroppo, può verificarsi anche in giovane età.

    Lo studio

    A riportare la notizia in questione è la rivista Plos One, un magazine online che ha pubblicato la ricerca condotta dall’ospedale di Boston Brigham and Women. Secondo gli studiosi, le donne che soffrono di ansia fobica invecchiamento più facilmente, e rapidamente, a causa dei telomeri più corti.

    Cosa sono i telomeri? Sono lo specchio dell’invecchiamento, in quanto rappresentano la parte terminale del Dna e difendono il patrimonio genetico; solitamente si accorciano con il passare degli anni, per cui dalla loro misura si può estrapolare l’età fisica di una persona, che non sempre corrisponde a quella anagrafica.

    La ricerca si è servita di oltre 5.000 donne di età compresa fra i 40 ed i 70 anni, a cui è stato prelevato un campione di sangue e somministrato un test psicologico riguardante l’ansia fobica.

    Sono poi stati incrociati i dati dei test con quelli del sangue ed è emerso che le donne più inclini a soffrire di ansia fobica presentano anche dei telomeri più corti.

    La differenza media di età cellulare, tra le due manifestazioni, è stata calcolata in sei anni.

    Scoperta quindi la connessione fra invecchiamento e stress, bisogna approfondire per appurare quali siano le cause ed, eventualmente, prevenirle.