Ipertensione: tutti i cibi da evitare

da , il

    Ipertensione: tutti i cibi da evitare

    L’ipertensione è un disturbo sempre più comune ed è imputabile alle cattive abitudini alimentari. I cibi che assumiamo sono i maggiori responsabili dell’ipertensione, di conseguenza può essere utile sapere e capire quali vanno evitati. Il primo responsabile è il sale da cucina. Si stima che, in Italia, il consumo medio di sale per abitante, sia di circa 10-15 grammi al giorno. Si tratta di un dato significativo se si pensa che questa dose è 2-3 volte superiore a quanto raccomandato dall’Organizzazione mondiale della sanità. Secondo quest’ultima, infatti, ne dovremmo consumare meno di 5 grammi al giorno (l’equivalente di un cucchiaino da caffè). Oltre al sale come condimento per i nostri piatti, vanno anche evitati tutti gli alimenti sotto sale (acciughe, capperi olive in salamoia).

    Anche i salumi ed i formaggi andrebbero consumati con moderazione, soprattutto quelli più stagionati perché più ricchi di sale. Attenzione anche alle salse da cucina (ketchup, senape, salsa di soia e maionese), ma anche agli snack salati (come popcorn e patatine). Infine, per dissetarsi, andrebbe preferita un’acqua oligominerale a basso contenuto di sodio. Quando la pressione è alta va limitato anche il consumo di grassi, specie quelli di origine animale, come il burro o la panna.

    In questo modo sarà possibile ridurre il colesterolo che, depositandosi sulle arterie, peggiora notevolmente l’ipertensione. Tra gli alimenti da preferire, invece, per contrastare l’ipertensione, il pesce (in particolare sardine, aringhe, sgombro, pesce spada e tonno) e di verdura in particolare gli ortaggi. Molte verdure infatti sono ricche di potassio che hanno un’azione antagonista rispetto a quella del sodio.