L’acne provoca depressione nei giovani

da , il

    L’acne provoca depressione nei giovani

    L’acne è una patologia della pelle che colpisce i più giovani, ma anche gli adulti. Questo problema può portare a sviluppare sintomi depressivi e di ansia specialmente nei ragazzi. Lo hanno scoperto gli studiosi del Wake Forest Baptist Medical Center con uno studio condotto in merito a questa patologia, che ne ha evidenziato la rilevante importanza psicologica negli adolescenti.

    Gli esperti spiegano che non sempre i ragazzi manifestano apertamente il loro disagio, ma si può dedurre che qualcosa in loro non va per esempio se il rendimento scolastico improvvisamente scende. Oltre alle problematiche legate alla psicologia, bisogna dire che in molti casi l’acne lascia anche segni indelebili del suo passaggio sulla pelle che se non curati in tempo e adeguatamente, possono diventare cicatrici profonde.

    Quando la patologia si presenta è meglio non aspettare che peggiori e correre subito ai ripari facendosi visitare da un dermatologo che appurata la situazione potrà scegliere la terapia migliore per liberarsi al più presto di questa malattia. Ogni ragazzo ha il suo livello di sopportazione e per questo per alcuni il disagio psicologico si può già manifestare per la presenza di pochi foruncoli, bisogna quindi osservare i ragazzi e parlagli con calma: ogni caso è diverso dall’altro, proprio per le differenze di carattere.

    Normalmente per curare l’acne ci sono varie possibilità: si usano creme a base di retinoidi, nei casi più gravi si ricorre di solito all’uso di antibiotici e in quelli molto gravi e particolari anche l’isotretinoina, sostanza che implica una terapia da fare solo sotto controllo medico. Inoltre ottimi risultati sono anche stati dati dalle varie terapie fotadinamiche e per la cura di eventuali cicatrici lasciate dall’acne si può ricorrere ai peeling chimici o al laser per le cicatrici più profonde.