Lampade abbronzanti fanno male se usate troppo

da , il

    Lampade abbronzanti fanno male se usate troppo

    Utilizzare le lampade abbronzanti per attenuare le eventuali imperfezioni della pelle è sbagliato e pericoloso. L’esempio è un incidente accaduto a una ragazza americana che è la prova di come questi apparrecchi possano diventare estremamente dannosi per la salute. La giovane aveva deciso di sottoporsi alla lampada per coprire e mascherare con l’abbronzatura, alcuni rossori che si erano manifestati sulla pelle dopo l’assunzione di un antinfiammatorio e il risultato è stato un effetto collaterale violento che le ha provocato ustioni gravi su tutto il corpo. I medici hanno spiegato che è stata proprio l’esposizione ai raggi UV dell’apparecchio a peggiorare la situazione, scatenando la pericolosa reazione.

    Il caso è stato pubblicato sulla rivista Archives of Dermatology, spiegando che in pratica l’irritazione già esistente sulla pelle a causa del farmaco, è stata amplificata dalla lampada abbronzante. I medici mettono in guardia: sembra infatti che il 10% delle persone che si abbronzano artificialmente, vogliano cancellare gli inestetismi della pelle. Bisogna invece sempre consultare il medico prima di sottoporsi a una terapia con le lampade abbronzanti.

    Infatti bisogna dire che usare lettini e trifacciali frequentemente e per lungo tempo, può risultare dannoso per il benessere dell’organismo che può andare incontro a danni ossidativi delle cellule e anche di alterazione del loro DNA. Le reazioni pericolose possono essere aumentate dall’uso di farmaci come antinfiammatori e diuretici, ma anche da alcuni cosmetici come le essenze di profumo. Al contrario per alcune malattie della pelle, come psoriasi e dermatite atopica, la terapia con i raggi UV è indicata, purchè sia sempre fatta sotto controllo medico.