Massaggio linfodrenante: una soluzione per ridurre i dolori

da , il

    Massaggio linfodrenante: una soluzione per ridurre i dolori

    Il massaggio linfodrenante viene di solito eseguito nei centri benessere per permettere il deflusso del liquido (la linfa) che si trova all’interno dei vasi linfatici, provocando sollievo dal dolore e riducendo la cellulite. Il ristagno del liquido, infatti, provoca gonfiore e pesantezza. Il massaggio linfodrenante è una tecnica manuale che rimette in moto la linfa e garantisce un sollievo immediato. È molto efficace anche nella lotta alla cellulite, alle smagliature e ai problemi di pelle, come l’acne giovanile, ma in campo terapeutico risulta importante per alleviare dolori articolari, e non solo.

    Trattamento medico

    I linfonodi sono una parte del sistema immunitario, perché dal loro stato e funzionalità dipende la salute del nostro organismo. Il massaggio linfodrenante è quindi utile per stimolare i linfonodi e permettere al liquido di circolare senza problemi, in maniera fluida.

    Ricordiamo che può essere utilizzato nella prevenzione e terapia di edemi (sia in gravidanza che post operatori oppure della sindrome premestruale), di cefalee, di nevralgie e di vari problemi di natura articolare e non.

    Il vantaggio offerto da un massaggio linfodrenante consite nella pressione delicata operata a livello dei linfonodi, che vengono così riattivati. A beneficiarne, poi è anche la pressione sanguigna, perché viene ripristinata una corretta circolazione.

    Effetti collaterali

    I massaggi linfodrenanti, però, non sono la panacea di tutti i mali, anzi a volte possono loro stessi essere controproducenti. Le situazioni in cui vanno evitati sono quelle che presentano condizioni fisiche problematiche, come le infezioni acute, insufficienza cardiaca, ipotensione, asma, trombosi e gravi condizioni per i reni o il fegato.

    Inoltre, va sottolineato che i massaggi linfodrenanti devono essere tenuti in un centro specializzato e certificato perché altrimenti possono creare problemi anche in situazioni in cui sarebbero di aiuto.

    In caso di dubbi, chiedete sempre prima consiglio ad un medico curante, e non considerate i massaggi linfodrenanti come una cura a sé, quanto come un valido accompagnamento ad essa.

    Se non ci sono patologie in atto, questa pratica è comunque consigliata, perché elimina i gonfiori, riattiva la circolazione e contribuisce a scaricare lo stress che porta tensione.