Mastoplastica additiva: arrivano le nuove protesi

da , il

    Mastoplastica additiva: arrivano le nuove protesi

    Questa volta l’innovazione arriva in tema di chirurgia plastica: si tratta di nuove protesi per l’intervento di mastoplastica additiva, frutto dell’evoluzione e del miglioramento della tecnica precedente. In Italia sono state impiantate per la prima volta presso l’Istituto Nazionale Tumori di Milano, da Egidio Riggio, per un intervento non puramente estetico, bensì terapeutico, come purtroppo accade sempre più spesso. Le nuove protesi, in gel di silicone, promettono una perfetta adattabilità, garantendo migliori risultati in tema di armonia nell’interazione corporea, grazie al fatto che riescono meglio ad adattarsi alle pieghe del torace.

    I risultati raggiunti con questo nuovo tipo di protesi saranno anche oggetto di trattazione da parte di Advances in Medicine and Biology, una rivista scientifica di livello internazionale, che prenderà in esame questa nuova tecnica che si propone come l’evoluzione delle iniezioni di gel-filler.

    Questo nuovo approccio, quindi, consente di rendere meno traumatico l’intervento, spesso necessario per motivi terapeutici come nel caso di un tumore al seno, rendendo il risultato più gradevole anche dal punto di vista estetico. Le nuove protesi in gel, infatti, adattandosi meglio alle naturali curve del torace, permettono di ridurre le sgradevoli pieghe che possono formarsi in seguito all’intervendo, con un impatto visivo decisamente migliore.

    In definitiva, quindi, questa nuova tecnica messa a punto negli USA permette di rifarsi il seno senza il problema delle cicatrici, ottenendo comunque un effetto naturale dovuto alla migliore e più equilibrata distribuzione del volume.