My Plate la nuova dieta lanciata da Michelle Obama contro l’obesità

da , il

    My Plate la nuova dieta lanciata da Michelle Obama contro l’obesità

    La nuova dieta per combattere l’obesità in America si chiama My Plate. Lanciato da Michelle Obama questo nuovo approccio all’alimentazione prevede la suddivisione delle giuste quantità di cibo per pasto e supera la vecchia concezione visiva della piramde alimentare, che a parere di molti esperti pareva troppo complessa e confusa per essere facilmente compresa da tutti. Questo nuovo approccio visivo dato da My Plate prevede invece un semplice disegno che illustra la divisione ideale del piatto per il pasto, per non eccedere con grassi e calorie, favorendo un regime alimentare equilibrato.

    My Plate prevede la suddivisione del piatto in quattro parti che nel disegno illustrativo vengono rappresentate con quattro colori differenti: il verde per le verdure, il rosso per la frutta, l’arancione per i cereali, il viola per le proteine e l’azzurro di un bicchiere per indicare il latte e i suoi derivati. In questo modo il progetto di Michelle Obama si rivela semplice e di facile lettura anche per i più piccoli, oltre ad essere una guida per mantenere nel piatto, le giuste proporzioni tra nutrienti e quindi uno strumento utile per la lotta ai chili di troppo che sono nemici della salute e il benessere dell’organismo.

    La piaga dell’obesità in America è un problema davvero serio che quindi necessita di attenzione e di continue iniziative per sconfiggerla. La dieta My Plate promossa da Michelle Obama, è un tentativo che si muove in questa direzione e che grazie al semplice disegno colorato, fa meglio comprendere quale dovrebbe essere la quantità giusta di cibo da consumare durante i pasti per non ingrassare e quali gli alimenti da privilegiare. Il piatto conserva comunque quelle che sono le regole e le basi della tipica dieta mediterranea tanto cara a noi italiani e che normalmente si rivela la più sana ed equilibrata.