Oleolito di calendula fai da te: proprietà cicatrizzanti e lenitive

da , il

    Oleolito di calendula fai da te: proprietà cicatrizzanti e lenitive

    L’oleolito alla calendula è un rimedio molto utile ed efficace per risolvere diversi disturbi tra cui anche curare le bruciature, le scottature, gli eczemi, le punture d’insetti, la calendula in genere, grazie al suo essere un ottimo cicatrizzante si rivela un toccasana un po’ per tutto. L’oleolito di calendula potrà essere utilizzato da solo ma anche per arricchire, profumare o rendere più efficaci saponi, creme, unguenti e oli.

    Oltre alle forti e naturali capacità cicartizzanti della calendula, essa è anche un ottimo elnitivo per la pelle infatti l’oleolito di calendula aggiunto a del sapone o all’acqua del bagno aiuterà ad ammorbidire ed idratare la pelle.

    Ricetta oleolito di calendula

    Ingredienti (mezzo L di oleolito):

    100g di capolini di calendula secchi;

    1/2 L di olio extra vergine d’oliva.

    Preparazione:

    1. Mettere la calendula in un barattolo di vetro con coperchio ermetico, coprire con olio e chiudere il barattolo.

    2. In estate esporre al sole per circa 30 giorni, in inverno invece mettete in luogo luminoso ma non a diretto contatto con una fonte di calore. Una volta al giorno scuotete il barattolo.

    3. Filtrate l’olio passandolo attraverso una tela leggera, ad esempio un pezzo ricavato da una vecchia stoffa. Spremete il residuo.

    4. Conservate in una bottiglia di vetro scuro in un luogo fresco e al buio.