Per dimagrire basta immaginare un cibo: l’appetito passa

da , il

    Per dimagrire basta immaginare un cibo: l’appetito passa

    Per dimagrire basta immaginare un cibo: non ci credete? E’ una ricerca della Carnegie Mellon University di Pittsburgh a divulgare la notizia: immaginare un cibo farebbe passare lo stimolo dell’appetito. La fantasia azionerebbe infatti un meccanismo di appagamento, come se ci si fosse realmente nutriti e saziati di quel prodotto. Se siete rimaste ore ed ore con lo stomaco vuoto e desideri palpitanti sulla punta della lingua, da oggi provate a sperimentare questa nuova tecnica. Può darsi che la voglia di budino e patatine fritte si sciolga istantaneamente… Può darsi.

    La Carnegie Mellon University di Pittsburgh grazie ad uno studio di settore ha scoperto che immagina un cibo farebbe passare la voglia di correre immediatamente alla caccia dei contenuti del frigo.

    La fantasia azionerebbe infatti un meccanismo di appagamento, come se ci si fosse realmente saziati di quel prodotto. I ricercatori hanno chiesto ai volontari di immaginare di mettere 30 capi in una lavatrice e di mangiare tre caramelline al cioccolato, poi inserire 33 capi in lavatrice e in seguito 3 capi e mangiare 30 caramelle.

    Infine gli esperti hanno messo di fronte ai volontari una ciotola piena di caramelle e hanno osservato che, una volta posti di fronte ai dolciumi, i partecipanti che avevano immaginato di mangiare 30 o 33 caramelle, tendevano a consumarne un numero assai inferiore.

    Gli esperimenti, pubblicati sulla rivista Science, hanno individuato un meccanismo di adattamento e appagamento, che si aziona portando la persona a percepire il senso della sazietà.

    Pensare di addentare il proprio menu preferito, maccherone dopo maccherone, patatina dopo patatina, senza contare una fettina di torta preferita, sembra avere il potere di saziare, che condurrà a mangiare meno di quel cibo una volta che lo troveremo fumante nel piatto. Voi cosa ne pensate?