Problemi di insonnia: spesso la causa è il movimento del partner

da , il

    Problemi di insonnia: spesso la causa è il movimento del partner

    I problemi di insonnia possono insorgere per varie cause, come ad esempio una digestione lenta, ansia e stress, dolori articolari, oppure vengono generati dai movimenti del partner. Sembra piuttosto strano, ma il continuo dimenarsi tra le coperte porta uno dei due occupanti del letto a svegliarsi e a non riprendere più il sonno. A subire questa angoscia è il 25% degli intervistati nell’ambito di un sondaggio svolto dalla National Sleep Foundation. Il sonno è alla base del nostro benessere, per cui capire le cause dell’insonnia, e possibilmente curarla, è fondamentale per l’organismo.

    Cambi di posizione

    A volte è il caldo, altre il cuscino o il materasso scomodo, altre ancora uno stato di ansia a generare nelle persone difficoltà a prendere sonno; da ciò scaturiscono i continui movimenti che fanno impazzire il compagno, o la compagna di letto.

    In alcuni casi, i movimenti avvengono durante il sonno, per cui sono involontari, ma in altri è la ricerca della posizione più comoda a creare scompiglio.

    Da 80 a 100

    Sono i cambiamenti di posizione che possono avvenire durante la notte; questi dati emergono da uno studio sulla qualità del sonno, effettuato da una ricerca svedese del Lillhagen Hospital di Gotenburg.

    Nello stesso studio è emerso che il problema principale è legato ai materiali, cioè alla qualità del materasso e del cuscino; se questa è alta, i movimenti possono subire una riduzione superiore all’80%, dimezzando di fatto la possibilità che si verifichino fenomeni di insonnia.

    Salvare la coppia

    Ora che sapete quali possono essere le cause che impediscono un sonno tranquillo a voi o al vostro partner, potete prendere dei provvedimenti, iniziando magari con la sostituzione del materasso e dei cuscini.

    Non dormire in modo adeguato genera delle reazioni a catena che si riflettono poi sull’umore delle persone, e di conseguenza sul rapporto di coppia: non sottovalutate quindi l’insonnia, a risentirne non sarebbe solo la salute.