Rughe d’espressione in fronte: cosa ci dicono della psiche femminile?

da , il

    Rughe d’espressione in fronte: cosa ci dicono della psiche femminile?

    Oggi parliamo di rughe d’espressione sulla fronte e nel contorno occhi: tutte noi presto o tardi le notiamo. Anzi è proprio il caso di dire presto visto che con il passare degli anni è scesa notevolmente l’età media in cui compaiono queste rughe espressive. Come mai? Eppure oggi abbiamo a disposizione creme antirughe e trattamenti chirurgici che anni fa non esistevano.

    Analizziamo allora le cause di queste rughe d’espressione: come suggerisce il termine si tratta di segni che compaiono sulla fronte, nel contorno labbra e intorno agli occhi quando il nostro volto subisce una reazione ad un evento che genera gioia, perplessità, rabbia etc. In particolare queste rughe si formano a causa della mimica facciale e della conseguente contrazione dei muscoli facciali (che in forma spontanea e quasi impercettibile avviene centinaia di volte al giorno). Questo a lungo andare indebolisce le fibre di elastina e di collagene. Sono rughe molto comuni ma anche molto difficili da trattare. Con l’avanzare dell’età sono assolutamente normali anche perché la forza di gravità fa cedere la pelle ma negli ultimi anni queste rughe sono visibili già sulla fronte e sul volto delle ragazze molto giovani. Come mai? Sarebbe colpa anche della tecnologia: abbiamo rughe d’espressione fin da giovanissime perché ci corrughiamo troppo per leggere gli schermi (sempre più piccoli degli smartphone), le email dal notebook e ancor peggio dal netbook, gli ebook etc. A proporre questa teoria è stato il francese Jean-Louis Sebag, trainer estetico di molte star tra cui Cindy Crawford. A rischio le donne che ancora sotto gli anta. Insomma pare che i cellulari non facciano male solo alla salute ma anche alla nostra bellezza: un motivo in più per usarli meno! Se vi accorgete di strizzare gli occhi o corrugare la fronte davanti a certi dispositivi elettronici cercate di rimediare con un po’ di ginnastica facciale.