Tumore al seno: nuove protesi dall’America

da , il

    Tumore al seno: nuove protesi dall’America

    Novità in fatto di tumore al seno, sono in arrivo infatti delle nuove protesi speciali dall’America, create appositamente per i soggetti colpiti da questa che è proprio una delle malattie più temute dalle donne. Chi ha subito un intervento di mastectomia o comunque un’ asportazione di tumori al seno potrà usufruire a fini terapeutici di queste nuove protesi che hanno la possibilità di essere regolate nel volume.

    Le nuove protesi per il seno ‘regolabili’ sono frutto di una ricerca statunitense e assolutamente non saranno utilizzate a scopi estetici. Queste particolari protesi dotate di una piccola pompa sono in grado di aumentare il loro volume fino al 30% in più in un lasso di tempo che va da 6 mesi a 1 anno dopo l’intervento.

    Una buona notizia insomma dopo aver parlato del fatto che a causa della chemio per il tumore al seno solo il 7% delle donne resta fertile dopo la terapia, questa sembra essere almeno una speranza di ritorno alla normalità per quelle donne che hanno subito un intervento chirurgico per l’asportazione di un tumore al seno. Le innovative protesi sono state studiate in particolare per ricreare la simmetria dei seni e funzionano con una piccola pompa che spinge un particolare liquido attraverso una valvola, andando lentamente a riempirle.