Vaccino antinfluenzale: tu lo farai?

da , il

    Vaccino antinfluenzale: tu lo farai?

    E’ partita la campagna per la vaccinazione antinfluenzale voluta dal Ministero della Salute in particolare per bambini e anziani, nel tentativo di diminuire l’impatto dell’influenza e i mali stagionali. Ma le cose stanno davvero così?

    L’obiettivo dichiarato dal Ministero della Salute è di sottoporre la popolazione, specialmente la fascia baby e over 65, a una vaccinazione antinfluenzale capillare sul tutto il territorio nazionale.

    Nel 2009 la distribuzione del siero tra gli anziani non riuscì a raggiungere il 75% di vaccinati, soglia minima raccomandata dalle autorità sanitarie internazionali. Quest’anno, per sottolineare la sicurezza del prodotto e la necessità della vaccinazione, il Ministro Ferruccio Fazio si è personalmente preso carico della campagna di comunicazione dichiarando: ‘Certo che mi vaccinerò. Ho appena compiuto 65 anni e dopo questa età è necessario’.

    Ma è davvero necessario sottoporsi al vaccino antinfluenzale?

    Per informare i cittadini dell’importanza della profilassi stagionale, la Federazione degli Ordini dei Farmacisti (Fofi) ha distribuito nelle farmacie italiane oltre un milione di opuscoli che spiegano perché sia necessario vaccinarsi.

    In realtà sono molti gli italiani scettici e sempre più spesso anche le mamme con figli piccoli optano per attuare soltanto le vaccinazioni strettamente obbligatorie, lasciando che per gli altri malanni la natura faccia il suo corso.

    Per avere informazioni e per sottoporsi al vaccino stagionale, basta recarsi in farmacia.

    Nonostante le previsioni allarmiste lanciate ad ogni cambio stagione, anche la variabilità delle influenze è altissima, tanto da risultare molto difficile prevederne il tipo di diffusione e più di una volta previsioni epidemiche inquietanti sono rimaste disattese.

    Alcune persone, pur col vaccino, si ammalano di influenza, altre nonostante l’assenza di profilassi, non sono minacciate nemmeno da un raffreddore: e voi?

    Vi schiererete a favore del vaccino antinfluenzale o tra i detrattori?